ASICS Metaride, tutti i segreti della scarpa a “risparmio energetico”

In questo articolo:

In quattro anni di utilizzo di scarpe ASICS, non avevo mai provato un modello così diverso e innovativo. Le mezze misure sono state spazzate via e al loro posto è arrivata la nuova Metaride.

Del resto, già appena indossata senti subito che questa non è una scarpa fatta per fare un tranquillo jogging di inizio primavera guardando i fiorellini sbocciare e ascoltando la musica preferita. No. Averla ai piedi significa essere protesi naturalmente in avanti, in posizione di partenza, perché la Metaride è stata creata per correre nel miglior modo possibile sulla lunga distanza puntando a elevare uno dei fattori più importanti: l’efficienza della corsa.

La tecnologia che rende questa scarpa unica si chiama Guidesole, una suola curva che agisce spostando il peso del corpo in avanti, percependo un movimento continuo senza sforzo. Frutto di due anni di ricerca, la Metaride è stata progettata per ridurre al minimo i movimenti nell’area in cui viene utilizzata la maggior parte dell’energia; l’articolazione della caviglia. E infatti gli ingegneri e i designer dell’ASICS ISS di Kobe garantiscono una riduzione di perdita di energia nell’articolazione della caviglia fino al 20%.

Non poco, se questa percentuale la applichiamo per tutti i passi necessari a coprire una distanza di gara, che sia essa mezza maratona o maratona. Aggiungerei, avendola provata, che una scarpa del genere richiede una buona postura di corsa e che il beneficio del pacchetto suola-intersuola si inizia a sentire quando il passo si fa più sostenuto. Ma potrebbe essere anche una “guida” ideale per chi ha bisogno di migliore la postura, abbandonare la postura “seduta” sul tallone e aumentare l’efficienza di corsa che, soprattutto nelle lunghe distanze, influisce molto sia sulla prestazione sia sul fisico. La Metaride offre sicuramente un’esperienza di corsa  nuova, racchiudendo diverse tecnologie in un design completamente nuovo. E non promette solo un “risparmio energetico” ma anche un conseguente miglioramento dell’economia di corsa fino all’1,6%, offrendo una sensazione di movimento con il minor sforzo

La combinazione di Flytefoam e tecnologie GEL collocate nell’intersuola migliorano la reattività e riducono la fatica muscolare durante l’impatto con il tallone. La nuova suola dalla curvatura ottimale riduce il movimento della caviglia garantendo una corsa fluida, senza sforzo, fornendo allo stesso tempo una trazione importante. La costruzione posiziona il centro di massa della scarpa verso la parte posteriore, aiutando a oscillare a ogni falcata velocemente e facilmente.

La scelta dei colori, nero e rosso, ne fa una scarpa davvero elegante e aggressiva, con la tomaia in knit nera e il Metaclutch nero lucido, ottimizzato in questo modello per migliorare la calzata e la flessibilità. Il logo nero spicca grazie ai bordi dorati, la suola rossa non è più un esclusiva di Louboutin ma è anche per noi runner (perdonate la digressione fashionista).

La Metaride è disponibile in quantità limitate negli store online e negozi specializzati selezionati ed è il primo modello della categoria ‘risparmio energetico’ che renderà disponibile lo stesso concetto e le stesse tecnologie per più runner a prezzi differenti. E’ infatti prevista l’uscita del takedown del modello nell’autunno 2019.