Mezza di Monza, pronti per una domenica bestiale

Gara bagnata, gara fortunata. Dal momento che, pare, sarà una domenica piovosa, guardiamo i lati positivi: non ne possiamo più del caldo e dell’afa. Cento volte meglio la pioggia del sole bollente, soprattutto se si corre su asfalto. L’importante è che non sia diluvio…ecco. Ma anche correre sotto al diluvio ha un suo perché. Domenica alla quattordicesima edizione della Mezza di Monza ci sarò anche io, per un timido inizio alle gare autunnali con 10 km. E non ci potrebbe essere inizio migliore. Ci saranno un sacco di amici, i MICS al completo e le ragazze Diadora che preparano la maratona di New York insieme a Gelindo Bordin.

Ci saranno top atlete del calibro di Sara Galimberti, Valeria Straneo, (per la 10 km). Anna Incerti, Sofiya Yaremchuk e Claudia Gelsomino per la mezza. Sara Dossena e Claudia Pinna per la 30. Con la Mezza di Monza il paddock e la pista dell’Autodromo diventano per tutti e si aprono agli appassionati di corsa.
Sono quattro le formule di gara che garantiscono a runner di tutti i livelli di poter essere parte di questo grande evento.
Nel dettaglio sono previste prove competitive sulle distanze dei 10, 21,097 (mezza maratona) e 30 km.
Ci sono poi prove non agonistiche di 5, 10 e 21 km. La 5, per la precisione un giro completo di pista nell’attuale configurazione pari a 5,7 km e la 10 km si corrono tutte all’interno dell’Autodromo.
Le prove più lunghe (21 e 30 km) offrono ai runner un percorso vario e veloce, quasi tutto piatto, con ampia porzione di gara nello splendido Parco di Monza, tra viali alberati, ville e cascine.

Scaldate i motori, ci vediamo domenica alla partenza!

Iscrizioni qui

#FollowYourPassion