Nuove Adrenaline GTS 19 con tecnologia GuideRails (e il tram dei desideri)

Immaginate una pista da bowling, la strada. E la palla che viene lanciata verso i birilli, il vostro piede. Durante il suo tragitto la traiettoria non è sempre dritta, a volte sbanda. Ci pensano i bordi della corsia e rimettere in carreggiata la palla. Esattamente così lavora la nuova tecnologia GuideRails di Brooks.

Susanna Pezzi, marketing manager di Brooks Italia e Tobias Gramajo Tec Rep Manager Brooks Running, danno il benvenuto a bordo

Un giro per il centro di Milano in tram, l’ultima invenzione dell’azienda meno convenzionale del mondo running, è servita a far capire a giornalisti e influncer il concetto dello “stare sui binari”. Il test dal vivo ovviamente non è mancato, con una corsetta all’interno del Parco Sempione, con ai piedi le nuove Adrenaline GTS 19. E a seguire il party, sempre sul tram senza fermate, a base di chiacchiere, balli e aperitivo. Come si fa a non amare quei simpaticoni?

La tecnologia GuideRails

E ora veniamo alle cose ugualmente serie ma più utili da sapere: la tecnologia GuideRails è il risultato di anni di ricerca. Dove alla base c’è sempre il concetto di Run Signature. Perché per Brooks non esiste un modo corretto di correre, ognuno ha il suo modo,  che non va contrastato o corretto ma caso mai assecondato. Questo perché la prevenzione degli infortuni e il miglioramento delle performance non dipendono direttamente dalla scarpa, ma dal runner stesso. Il piede umano è più intelligente di qualsiasi calzatura. L’obiettivo è quindi quello di “guidare” il runner nel suo modo naturale di muoversi, ed è anche l’approccio che l’azienda ha nel progettare le scarpe, le quali non devono fare altro che potenziare e supportare, riallineando il corpo al suo modo naturale di muoversi.

La tecnologia GuideRails messa a punto dall’azienda offre un allineamento olistico stabilizzando l’eversione calcaneare nella parte interna, limitando i disallineamento del calcagno nel lato esterno. Riducendo così la rotazione dello stinco per mantenere il movimento naturale del ginocchio. E permettendo alla caviglia e al ginocchio di lavorare meglio e in asse. Quando il tallone va fuori asse rispetto alla posizione naturale che assume nel movimento, la torsione eccessiva e il disallineamento impattano non solo sulle ginocchia ma risalgono la catena cinetica compromettendo anche fianchi e schiena. In questo senso lavora il supporto GuideRails. Con la consapevolezza che la struttura anatomica del piede è più sofisticata dell’architettura di qualsiasi scarpa, il supporto è stato creato per promuoverne i movimenti naturali e non per correggerli.

Adrenaline GTS 19

La storica scarpa, dedicata a chi ha bisogno di supporto, gode nella sua ultima versione della tecnologia GuideRails liberandosi dal classico supporto mediale. Questo dettaglio la rende ideale anche per coloro che hanno una calzata neutra ma che, affrontando molti chilometri, hanno bisogno di una guida laterale che protegga il piede durante lo squilibrio e il cambio di postura che sopraggiunge per eccessivo affaticamento. E si comporta in modo “neutro” quando non si ha bisogno di questo supporto. Ma la nuova Adrenaline è tutta un’altra scarpa rispetto alle precedenti non solo per la mancanza del supporto anti pronazione. La tomaia in mesh ingenerizzato ottimizza la traspirabilità e l’adattamento al piede, la stampa 3D Print sulla fascia mediale sostiene in modo efficace e garantisce elasticità. L’inresuola in BioMoGo DNA e DNA Loft si adatta alla falcata con queste due tecnologie che lavorano in sinergia assicurando un’ammortizzazione superiore. Infine il Crash Pad segmentato è fatto per un appoggio morbido (incrementando la capacità di ammortizzazione rispetto alla tradizionale struttura del tallone) e fluide transizioni tacco-punta. Insomma una scarpa davvero trasversale adatta a più tipologie di runner e soprattutto un buon supporto per andare molto lontano.

Disponibile qui