Nuove Brooks Adrenaline GTS17: comodità e bellezza tutte in una scarpa

In questo articolo:

Spesso durante l’inverno la corsa si rimanda. In effetti quando non si ha un obiettivo, è difficile darsi una valida motivazione per uscire a correre con la temperatura sotto zero. Eppure, secondo le statistiche la quasi totalità dei runner, ben il 97% , è convinto che una corsetta al mattino sia un toccasana per l’umore. Nello specifico il 60% riscontra una maggiore energia nell’affrontare gli impegni di lavoro, il 44% avverte un miglioramento in termini di autostima, il 26% nei giorni in cui corre si sente più tonico e reattivo, e non solo fisicamente. Quali altri modi abbiamo per evadere almeno un’oretta ogni tanto dalla routine quotidiana e contrastare la malinconia dell’inverno? Il modo migliore per me rimane sempre lo sport. E per sentire l’effetto delle endorfine e scrollarsi via la pesantezza della giornata basta poco, una volta superato lo scoglio della prigrizia, basta coprirsi bene e indossare un buon paio di scarpe, come le nuove Brooks Adrenaline GTS17 per esempio, tra le scarpe da running più amate al mondo.

Appartenente alla categoria “Cushion”, che include i modelli Brooks protettivi e ammortizzati, la GTS17 viene riproposta con la sua tradizionale calzata ammortizzata e iper-protettiva elevando il concetto di comfort durante la corsa. Studiate per un appoggio dei piedi che tende alla pronazione, assicurano un maggior grado di sostengo durante la corsa. Le GTS17 sono dotate di un sistema chiamato Progressive Diagonal Rollbar, che prevede la distribuzione della mescola dell’intersuola in tre strati di densità crescente: una soluzione in grado di stabilizzare la fase di atterraggio del piede a seconda della velocità e del tipo di appoggio di chi la indossa. In questo modo la calzata si adatta sia ai runner con il passo più tranquillo, sia ai runner più esperti. Il sostegno è garantito anche da un differenziale di 12 mm. L’intersuola è realizzata in BioMoGo DNA, polimero brevettato da Brooks e si adatta alla pressione che riceve e assicurando il 30% di ammortizzazione in più rispetto a materiali come EVA o gel. Insomma GTS 17 è l’ideale per le corse sulle medie, lunghe e anche lunghissime distanze.

Il battistrada delle GTS 17 si comporta bene anche sui terreni scivolosi, come il ghiaccio, infatti è costruito con una struttura a tasselli che ne aumenta l’aderenza al terreno e riduce i rischi di scivolamento. Il crash pad segmentato per tutta la lunghezza del piede accoglie il piede ogni volta che tocca il terreno. La tomaia senza cuciture è stata interamente ridisegnata con materiali catarifrangenti per essere visibili anche in condizioni di scarsa visibilità. Inoltre la maglia traforata che consente una costante traspirazione del piede. Rispetto alle scarpe che sto usando di recente, con le GTS17 sono tornata alla scarpa morbida, comoda e ammortizzata. Le ho provate per ‘un lungo’ e nonostante la protezione, le ho trovate reattive durante i fartlek. Devo uscirci ancora e vedere come si comportano in pista. Per il momento miei tendini hanno ringraziato. Disponibili qui

#RunHappy