Samsung Gear Sport e Gear Fit2 Pro, i tracker intelligenti

In questo articolo:

Gli amanti della tecnologia e degli smartwatch hanno solo da scegliere. Oggi tanti brand, anche quelli più fashion hanno il loro modello e quasi sempre si tratta di dispositivi completi. Hanno la gestione delle email, del calendario, le notifiche smart. Hanno il GPS e il cardiofrequenzimetro, controllano la nostra salute incitandoci al movimento e controllando il sonno. Sono in grado di riconoscere automaticamente l’attività fisica e hanno pre impostati tantissimi sport per monitorarne i dati. Insomma, tenerli al polso tutto il giorno e anche la notte, non vuol dire più guardare soltanto l’ora, ma aprirsi a uno stile di vita digitale e allo stesso tempo salutare. Tra i modelli di punta spiccano Samsung Gear Sport e Gear Fit2 Pro.

Samsung Gear Sport è lo smartwatch con le qualità indispensabili: la leggerezza, la batteria a lunga durata (a seconda di quanto viene utilizzato il GPS), la facilità di utilizzo, con la comoda ghiera da ruotare per navigare nel menu e passare da una funzione all’altra. Si possono monitorare più attività fisiche grazie al cardio posto sul retro dell’orologio e ai sensori del movimento. La luminosità del display è ottima e può essere regolata manualmente su 10 livelli. Il cinturino è intercambiabile, ma già quello in dotazione all’acquisto si adatta per più situazioni, sia nell’ambito sportivo che nella vita di tutti i giorni. Il Gear Sport può resistere a una profondità di 50 metri e può essere indossato mentre si nuota, o sotto la doccia e le attività fisiche vengono rilevate in modo automatico. Per il running nello specifico il monitoraggio è abbastanza preciso. Non è possibile però impostare ripetute specifiche per distanza , solo intervalli con uguale tempo di esecuzione/riposo. L’orologio dispone di connessione WIFI, Bluetooth 4.1, NFC e GPS ed è anche possibile collegarlo al proprio account Spotify Premium per scaricare la musica sull’orologio ed ascoltarla senza smartphone sulle cuffie bluetooth. 

Samsung Gear Fit2 Pro invece è un fitness tracker evoluto in un unico pezzo in cui lo schermo e il bracciale sono uniformi. Un design che lo rende più idoneo alle attività acquatiche per cui è stato pensato (ma non solo!), con il bracciale più resistente rispetto al modello precedente. Sul retro del Gear Fit 2 Pro si trova un sensore ottico che rileva la frequenza cardiaca in maniera continua. La leggibilità del dispaly è ottima anche sotto la luce diretta del sole, ma la lettura e la reattività dello schermo funzionano bene anche sott’acqua durante l’attività in piscina. E questo è un dato molto importante per un dispositivo che conta le vasche e ha una una resistenza alla pressione di 5 ATM. Inoltre sia per questo modello ma anche per il Gear Sport, Samsung ha collaborato con Speedo per integrare un’applicazione, Speedo Onche misura le metriche fondamentali del nuoto (conto delle vasche e dei tempi, tipo di bracciata e tanto altro). Insieme a questi due dispositivi, la app consente di completare al meglio il proprio programma di allenamento, integrando le attività in vasca a quelle di ogni giorno: i dati di Speedo On sono infatti compatibili con la piattaforma Samsung Health, per offrire un quadro più completo del proprio stato di salute e benessere. Gear Fit2 Pro ha ben 20 attività sportive pre impostate e come il Gear Sport riconosce automaticamente il movimento ma anche il tipo di attività che si sta esercitando, e quindi la rilevazione si attiva automaticamente.

Le attività quotidiane possono essere integrate in entrambi i dispositivi utilizzando le app Under Armour per il fitness – tra cui Under Amour Record, MyFitnessPal, MapMyRun e Endomondo per le funzionalità legate ad attività, nutrizione e community.

Disponibili qui