Tagliatelle di farro rosa

In questo articolo:

Per inaugurare la collaborazione con Run and the City vi propongo una ricetta semplice e colorata.

L’ho realizzata utilizzando la barbabietola, un tubero che, nonostante sia un vero e proprio concentrato di sostanze benefiche, non tutti amano per il suo aspetto ma soprattutto per il suo sapore. Io, al contrario, ho imparato ad apprezzarla e la mangio spesso in insalata o da sola, condita con un filo d’olio, aceto e sale.

La barbabietola è ricca di sali minerali come ferro, sodio, potassio, calcio, magnesio e iodio oltre che di vitamine del gruppo B, A e C. Sia il tubero che le foglie contengono un’elevata percentuale di antiossidanti e flavonoidi. Sono povere di calorie e quindi particolarmente indicate per chi segue un regime alimentare sano.

In cucina, anche se vi sembrerà strano, si prestano a essere utilizzate come ingrediente per ricette originali e gustose. Sarà il caso di abbandonare i vostri dubbi e approfittarne per fare il pieno di salute?

Oggi vi dico la mia e, un po’ come si fa con i bambini, vi metto le barbabietole nel piatto facendocele entrare (quasi) di nascosto. Come? Con un primo facile e gustoso in cui la pasta, fatta a mano, si arricchisce del suo colore inconfondibile. Per preparare l’impasto ho utilizzato la farina di farro, un cereale più proteico del frumento, ideale per chi pratica sport e per chi non digerisce pane, pasta o altri prodotti di grano duro o tenero, ma non per celiaci. Le proporzioni della ricetta sono indicative, poiché dipendono dalle dimensioni delle uova e dalla “forza della farina”, ad ogni modo io mi sono regolata come segue.

TAGLIATELLE (rosa) DI FARRO ALLE BARBABIETOLE

Ingredienti

500 g di farina di farro, (io ho usato  “Molino Rossetto”)

4 uova intere

1 barbabietola precotta di media grandezza

PROCEDIMENTO

Su un ripiano, meglio se in legno, versate la farina a fontana. Con le mani create un incavo al centro e rompete le uova una alla volta. Con l’aiuto di una forchetta sbattetele e cominciate a portare la farina verso il centro amalgamando con le mani fino a totale assorbimento.

Frullate la barbabietola, se necessario aggiungete un po’ di acqua, unitela alla farina e cominciate a impastare fino ad ottenere un panetto liscio, compatto e soprattutto colorato. Lasciatelo riposare per circa 20 minuti avvolto nella pellicola, trascorso questo tempo dividetelo in porzioni più piccole che con l’aiuto di una macchina per la pasta (o se preferite un mattarello) andrete a stendere.

Spolverizzate ciascun pezzo con un po’ di farina e passatelo tra i rulli della macchina, ripiegate la pasta in due o tre volte e stendetela nuovamente. Ripetete questa operazione fino ad ottenere un impasto omogeneo, iniziate a stringere gradatamente i rulli e continuate a passarci le sfoglie fino ad ottenere uno spessore di 2 mm.

Lasciatele asciugare su canovacci di stoffa puliti facendo attenzione che non si secchino troppo. A questo punto passate le sfoglie tra i rulli appositi per tagliatelle e disponete man mano la pasta su un piano infarinato.

Le tagliatelle fatte in casa hanno un gusto strepitoso, anche quelle con le barbabietole!

Per il condimento vi suggerisco di preparare degli scampi facendoli saltare con olio, aglio e se vi piace, peperoncino. Io ho preferito preparare il sughetto aggiungendo soltanto 3 pomodorini per dare maggior risalto al colore della pasta.

Per una versione più autunnale invece, vi consiglio di abbinarle con funghi porcini, pancetta affumicata e aromi freschi.

Il farro è un ottimo alimento all’interno di una dieta dimagrante, è adatto non solo alla preparazione di pasta fresca ma anche di pane e dolci. A ogni preparazione la farina di farro conferisce un aroma più intenso rispetto alla farina di frumento.

Ricordate che in generale è sempre bene seguire un’alimentazione più varia possibile perché l’uso continuativo di particolari ingredienti non apporta molti benefici all’organismo.

Adesso avete tanti buoni motivi per approfittarne e fare scorta di benessere!

Azzurra Rossi