WheatOut: Torta di mais corvino con pere e mirtilli

Con questa ricetta ho provato per la prima volta il Mais Corvino. Questo cereale veniva già coltivato dai Maya nel 3.500 a.C. e rispetto al mais comune, la variante dal chicco nero e allungato contiene il doppio delle proteine, il 20% dei carboidrati in meno, 20 volte gli antiossidanti, pari a quelli contenuti nel mirtillo. In particolare, il Mais Corvino è ricco di flavonoidi, betacarotene, vitamina A ed è senza glutine. Inoltre è coltivato secondo metodi al 100% sostenibili e naturali. In particolare, è escluso totalmente l’utilizzo di pesticidi e insetticidi, grazie all’utilizzo di droni per la diffusione aerea di ovuli contenenti insetti antagonisti ai patogeni del mais. Insomma, super nutriente e sano, la filosofia del brand e del suo fondatore Carlo Maria Recchia è “Eat better, not less” che sta a significare che la nostra salute fisica e psicologica dipende strettamente da come ci alimentiamo. I temi della sana alimentazione come diritto da garantire a tutta la popolazione mondiale è supportato dall’azienda Mais Corvino Srl, che si impegna a valorizzare i temi legati all’alimentazione, alla tutela della natura e della madre terra.

Il mais corvino è un piacere da utilizzare in cucina, sia per tatto che per l’olfatto. Il profumo dal forno prende forma in tutta la casa ed è qualcosa di indescrivibile, che riporta ai ricordi dell’infanzia. La ricetta che ho scelto di fare con questa farina eccezionale è una torta polenta, che ben si presta al suo utilizzo. Ideale per la colazione, è un dolce genuino a base di frutta e senza glutine, reso ancora più  energetico e antiossidante dall’utilizzo dei mirtilli. Si può completare con l’utilizzo di una glassa a scelta (anche a basa di formaggio) o lo si può gustare semplicemente così com’è. Chi non ama i mirtilli può usare le gocce di cioccolato fondente, che ben si sposa con le pere.

 

Ingredienti:

3 pere

Scorza di 1 limone

Succo di mezzo limone

175 g. di burrro

225 g. di zucchero grezzo di canna

3 uova medie sbattute

un cucchiaino di estratto di vaniglia

3 cucchiaini di baking powder (senza glutine)

250 g. di farina di mais corvino

100 g. di mirtili

Procedimento:

Sbucciare le pere e tagliarle a pezzi, cospargerle di succo di limone per non farle annerire. Montare il burro morbido insieme allo zucchero di canna con le fruste, aggiungere le uova, l’estratto di vaniglia e il lievito. In ultimo aggiungere la farina di mais e amalgamare bene. Incorporare le pere e mescolare delicatamente con un cucchiaio di legno. Versare il composto in uno stampo quadrato da 20/22 cm distribuendo sulla superficie i mirtilli facendoli penetrare leggermente nell’impasto. Infornare a forno già caldo a 180° per 30 minuti.

Fonte:

Dal forno Senza Gutine – Phil Vickery