Un po’ di California a Milano: Zoot Solana.

In questo articolo:

Nei giorni scorsi Milano è tornata a ricordarci quanto può essere grigia. Il vento non è di casa da queste parti, smog e nuvole rimangono sopra la nostra testa a oltranza.

Per fortuna esistono i runner con i loro outfit colorati e fluo che passando veloci tra la gente e il traffico, sembrano delle pennellate variopinte stese velocemente su una tela ingrigita.

A questo pensavo mentre uscivo di casa indossando per la prima volta le mie nuove scarpe da running: le Zoot Solana azzurre e arancioni. I colori della California a Milano.

Tempo fa, leggendo Running Magazine, le ho viste per la prima volta e mi hanno subito colpita per tre motivi: il primo è di carattere estetico, il design delle Solana è particolare e la loro linea semplice ma decisa richiama ai miei occhi gli elementi del surf style e della moda della west coast americana.

Il secondo motivo è legato alla storia di questa azienda, fondata da una donna visionaria, Christal Nylin: i primi prodotti Zoot pensati da lei trent’anni fa, erano destinati agli atleti di triathlon e quindi dovevano essere versatili e utili per diverse discipline contemporaneamente: fu lei a inventare i pantaloncini da running fatti con i tessuti dei costumi da bagno e a mettere le imbottiture nei pantaloni per poterli utilizzare anche per la bici.

Il terzo motivo è nostalgico poiché tre anni fa a Solana Beach correvo tutte le mattine lungo la spiaggia, venendo spesso travolta dalle onde e stupendomi di essere ancora viva. Ma sicuramente è stato un bel periodo della mia vita ritrovato improvvisamente nel nome di un paio di scarpe da running.

Tornando alla città grigia, le Solana, che mi hanno accompagnata nella corsa di qualche giorno fa si sono rivelate ottime scarpe. Non sono una maratoneta o una professionista, ma una scarpa da running deve avere come qualità, quella di ‘non farsi sentire’. Soprattutto per chi come me ha la pianta del piede larga. La tomaia è traspirante e senza cuciture e costrizioni. La tenuta del piede è stabile. L’ammortizzazione è ottima e la suola sull’erba bagnata non scivola. La scarpa è leggerissima.

Insomma, se vedete una runner con ai piedi delle scarpe azzurre e arancioni e con l’aria di non essere presente, sono io che sto sognando di correre sulla spiaggia di Solana. Solo che nella mia fantasia le onde non mi prendono.

Blackwhite

 

 

 

foto
La spiaggia di Solana Beach

 

IMG_4080
..
IMG_4127
.
IMG_4105
.

IMG_4070