Vibram Furoshiki “The wrapping sole” presenta la nuova collezione multietnica

Vibram presenta le novità della collezione Spring Summer 2017 di Vibram FUROSHIKI “The wrapping sole”. L’innovativa “suola avvolgente” rappresenta un concept inedito di calzatura, unico assoluto. Ispirata all’antica arte giapponese furoshiki di avvolgere oggetti in un tessuto per poterli trasportare, Vibram FUROSHIKI “The wrapping sole” si concretizza nella compagna di viaggio ideale, non solo per qualità di comfort e praticità, ma anche grazie a colori che richiamano suggestioni e scoperte multi etniche tipiche dei viaggiatori di tutto il mondo.
Quattro sono i key concept di questa calzatura: portable, easy on, multi use e multi fit.

Le FUROSHIKI “The wrapping sole” sono confortevoli da portare con sé e si adattano facilmente ad ogni superficie, grazie alla sicurezza della suola in mescola Vibram XS City: perfette in tutte le occasioni “in between”, nel tempo libero, la vita di tutti i giorni e per viaggiare.
In un tour multietnico, dal Punjab indiano al Giappone percorrendo l’Asia sudorientale, dal Messico all’Amazzonia fino ad arrivare ai Caraibi, l’ultima collezione FUROSHIKI “The wrapping sole” si arricchisce, attraverso stampe digitali, d’influenze cromatiche e disegni tipici di tecniche secolari di ricamo, tintura e tessitura di diverse etnie a diverse latitudini, declinandosi in nuovi modelli dal mood esotico. Il risultato è una collezione che è incontro di culture e di arti.

Il modello Gruwoodcut di Vibram FUROSHIKI prende il nome da un’antica tecnica di stampa su tessuto in auge in Giappone tra il Seicento e l’Ottocento. La grafica mantiene gli stilemi di quest’arte giocando su disegni bidimensionali dai toni profondi su un tessuto leggero e confortevole.

Dalla popolazione Hmong, dalla terra del Vietnam, e dall’omonima arte di ricamo, Vibram FUROSHIKI trae ispirazione per creare una texture dai colori giocosi e allegri che richiamano il vestiario di questo storico popolo.

Con il modello Phulkari viaggiamo verso la regione del Punjab, in India, in cui nasce la millenaria tecnica di tintura e tessitura Phulkari a più strati, origine di questa texture di FUROSHIKI. I colori brillanti e le forme replicano l’effetto caleidoscopico dei piccoli specchi inseriti nel tessuto.

Il simbolismo delle popolazioni Maya e Azteche, sviluppatesi in Messico, è catturato nel modello Rebozo di FUROSHIKI. Questa tecnica di tessitura, utilizzata principalmente per scialli e sciarpe, trasmetteva attraverso un prodotto artigianale la saggezza e il sapere delle comunità.

Nell’area caraibica, Cuba al centro, la lavorazione di matrice africana dalle influenze del Nuovo Mondo fa nascere la fantasia del modello Carribean di Vibram FUROSHIKI, fatta di colori caldi e trame lineari.

Il modello Shipibo di Vibram FUROSHIKI riprende una tecnica artigianale impiegata dalla popolazione indigena degli Shipibo-Conibo, che vive lungo il fiume Ucayali in Amazzonia. Le trame che decorano i tessuti riproducono le visioni che si manifestano nella popolazione durante le trance di Ayahuasca.

Marble Jeans rappresenta in chiave moderna l’utilizzo del denim, il tessuto che ha conquistato il mondo entrando nei guardaroba di milioni di persone in ogni paese, in ogni area del pianeta.

Il modello Black si rivolge a una tribù che è subcultura: quella della moda, dell’arte, della musica. Cerchie che spesso scelgono il nero come dress code per identificarsi ed essere identificati.

Tags from the story
, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *